Specialisti

GINECOLOGIA - OSTETRICIA



OSTEOPATIA PEDIATRICA

Presente nella ns struttura: il giovedi dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 20:00

Il termine Osteopatia, deriva dal greco “Osteon” che significa osso e da “Pathos” che vuol dire sofferenza. Si tratta di una terapia manuale dolce e naturale, complementare alla medicina tradizionale, che tratta le varie patologie senza l’utilizzo di farmaci.
In Italia tale metodica è considerata alternativa, in contrapposizione con gli Usa dove tale medicina è riconosciuta da più di 100 anni.
Ciò che differenza l’Osteopatia con la medicina classica sta nel modo di trattare le malattie, nel considerare il corpo con la sua integrità globale e non come sistemi separati (apparato muscolo scheletrico, organi, sistema nervoso).
Ogni parte che costituisce la persona, psiche inclusa, è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura dunque l’equilibrio psico-fisico e il benessere.
L’osteopatia infatti, non si concentra tanto sulla cura del sintomo in sé, ma lo considera un campanello d’allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo, considerando il corpo umano nella sua globalità.
Il dott.Andrew Taylor Still, nato nel 1828 in Virginia (USA), fu l’ideatore del concetto osteopatico e della legge di causalità, questa permette di spiegare tanto la malattia che la salute, infatti la malattia è la conseguenza di cambiamenti anatomici, funzionali, magnetici e biochimici che avvengono nell’organismi umano.

In Osteopatia ci sono alcuni concetti fondamentali che possono aiutare a comprendere il funzionamento del corpo e di questa nuova medicina:

1. il corpo ha la capacità di autoguarirsi, non è che l’osteopata guarisce il paziente, il suo ruolo è quello di riequilibrare la struttura o l’insieme dei sistemi per stimolare il corpo ed autoripararsi. L’osteopatia mira a ristabilire l’armonia della struttura scheletrica di sostegno al fine di permettere all’organismo di poter trovare un proprio equilibrio ed un proprio benessere.

2. la struttura determina la funzione, ciò significa che la forma del sistema scheletrico influisce direttamente sulla funzionalità di quella parte anatomica o degli organi in essa contenuti. Un corretto equilibrio tra struttura e funzione regala al nostro corpo una sensazione di benessere, quando questo equilibrio viene alterato da un trauma, si parla di disfunzione osteopatica, ossia di una riduzione di mobilità e movimento in una parte del nostro corpo (articolazioni, muscoli, organi ecc).

3. il sintomo non è che un effetto “un campanello d’allarme” al quale si deve ricercare la causa che spesso può essere lontana dal luogo di manifestazione del dolore.

4. l’integrità di tutte le componenti articolari migliora il funzionamento del sistema vegetativo autonomo.

5. la regola dell’arteria di Still: per una buona salute sono necessari una buona circolazione venosa e arteriosa.

1°visita:
- il colloquio con l’osteopata che è il momento più importante perché grazie all’anamnesi, l’osteopata raccoglie tutte le informazioni utili per ricostruire un quadro generale sullo stato di salute del paziente e soprattutto “rievoca alla memoria” del paziente traumi vecchi, malattie infantili o interventi chirurgici che possono aver modificato la postura del paziente senza che se ne sia mai accorto.
- l’esame fisico obiettivo volto ad individuare eventuali anomalie fisiche, scoliosi, cifosi o lordosi accentuate, alterazioni del bacino, anomalie o dismetrie degli arti inferiori, cicatrici. Infine si utilizzano test ortopedici, speciali, manuali attivi e passivi volti ad individuare eventuali rigidità o restrizioni di mobilità di tutte le articolazioni.
- la lettura di esami strumentali quali RX, TAC o RMN
- il trattamento o massaggio che viene eseguito con il paziente disteso sul lettino

Tecniche utilizzate:
Ogni osteopata utilizza tecniche diverse. Anche l’approccio può essere molteplice, ma tutti i vari trattamenti hanno come fine il benessere del paziente e il ripristino dell’omeostasi globale.
Si possono utilizzare svariate tecniche a seconda del paziente, dell’età, dello stato di salute in cui si trovano, delle patologie di cui soffrono e questo avviene a discrezione dell’operatore.

Esistono tecniche:
- cranio-sacrali
- fasciali
- viscerali
- articolari
- energetiche
- biodinamiche

Queste tecniche vengono eseguite dall’osteopata esclusivamente con le mani, a livello delle ossa, delle vertebre, del cranio, degli arti, delle articolazioni, dei muscoli, degli organi interni, dei legamenti, dei tessuti.

Trattamento:
Esistono due tipologie di trattamento, per il dolore acuto e quello cronico.

In caso di dolore acuto, dolore di recente insorgenza, inferiore alla durata di 3mesi, conseguente ad un trauma o ad un movimento errato, in un soggetto che prima manteneva un buono stato di salute, si effettuano 3-4 sedute, una alla settimana fino alla scomparsa del dolore e controllo finale dopo un mese per valutare l’efficacia dei trattamenti a distanza.

In caso di dolore cronico, rappresentato da una manifestazione algica persistente che tende a riproporsi, con monotona continuità, nella quotidianità, da più di 3 mesi. In fase iniziale si procede come per il trattamento del dolore acuto, si effettuano 3-4 sedute, una alla settimana fino alla scomparsa della sintomatologia, poi si fanno dei controlli successivi di mantenimento a distanza di 2-3 mesi.
In questi casi l’osteopata consiglia uno sport consentito o una ginnastica posturale personalizzata per le condizioni di salute e dell’età del paziente, che permette di ampliare e mantenere l’efficacia del trattamento osteopatico.

N.B Se una persona è in salute avrebbe comunque bisogno di un trattamento all’anno, che serve per eliminare le tensioni muscolari accumulate dalle posture scorrette, sforzi eccessivi e attività lavorative, al fine di mantenere più a lungo il proprio stato di benessere. E’ lo stesso caso di un’auto, anch’essa necessita di un tagliando all’anno.

Applicazioni:
grazie ai principi su cui si basa , l’osteopatia interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza.

Si rivela efficace per:
- cervicalgie, lombalgie, sciatica
- ernia del disco, discopatie
- artrosi
- cefalee, emicranie, vertigini di origine cervicale
- dolori articolari e muscolari
- distorsioni
- tendiniti
- colpi di frusta
- gomito del tennista
- dolori o click della mandibola
- disturbi post-operatori
- cicatrici
- alterazioni dell’equilibrio
- alterazioni della sensibilità (formicolio, parestesie)
- nevralgie
- depressione nervosa


L’Osteopatia inoltre, può supportare la terapia medico tradizionale e alleviare la sintomatologia dolorosa in affezioni congestizie come:
- otiti
- sinusiti
- disturbi digestivi (bruciore, gonfiore, digestione lenta)
- colon irritabile
- colite
- costipazione
- cistite
- incontinenza urinaria
- mestruazioni dolorose
- dolori addominale in generale


Risultati:
I risultati, dunque, possono essere davvero soddisfacenti, soprattutto se la cura viene intrapresa prima che un dolore diventi acuto o cronico. Nei casi in cui il dolore deriva da un trauma o da un movimento sbagliato che può causare un colpo della strega o un torcicollo, i risultati sono ottimi, immediati e duraturi arrivando alla completa guarigione.
Nei casi in cui il dolore dipende da squilibri posturali frutto di malformazioni strutturali, anomalie congenite o da traumi gravi che hanno leso l’integrità articolare lasciando danni permanenti, il sollievo che riceve il soggetto è sempre immediato ma non può essere duraturo, quindi va mantenuto nel tempo.



OCULISTICA

(Villa Pini Civitanova Marche)


ECOGRAFIA
-muscolare/tendinea
-articolare
-cutanea e sottocutanea
-tiroidea
-addome completo; addome inferiore; addome superiore
-singoli apparati
-mammaria
-transvaginale
-transrettale
-ecc..



(Ospedale di Civitanova Marche)


ECOGRAFIA
-muscolare/tendinea
-articolare
-cutanea e sottocutanea
-tiroidea
-addome completo; addome inferiore; addome superiore
-singoli apparati
-mammaria
-transvaginale
-transrettale
-doppler tronchi sovraortici, arti inferiori.
-ecc..

(Ospedale Civitanova Marche)


ECOCOLORDOPPLER - Angiologia - Cardiologia - Flebologia - Geriatria

(Già primario dell’Unità operativa di Malattie Cardiovascolari dell’INRCA di Fermo.
Da 5 anni lavora al Centro Clinico Cardiologico di Roma, nel capitolo della Sclerosi Multipla, seguendo i pazienti durante gli interventi di PTA (Angioplastica) effettuati dal Dott. Tommaso Lupattelli).

Sito internet: http://www.docvadis.it/giovanni-bellagamba/index.html

Visita cardiologica con ElettroCardioGramma, Ecocardio, Ecocolordoppler.


FLEBOLOGIA

Dottore di ricerca nelle malattie delle vene e dei linfatici.

(Università di Perugia)

Visita con Ecocolordoppler arti inferiori.


Specialista in ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA

(Già all'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna)

Ortopedia pediatrica



OMEOPATIA

(IRMO Roma: Istituto di ricerca Medicina Omeopatica di Roma)


TRICOLOGIA
Diagnosi e cura delle malattie del cuoio capelluto e dei capelli.

Sito internet: http://www.andreacardini.it


ORTOPEDIA

(Ospedale di Camerino)


EMATOLOGIA-MEDICINA INTERNA

(Già Primario Ospedale Civitanova Marche)


DERMATOLOGIA
Mappatura dei nei

(Ospedale Civitanova Marche)


NUTRIZIONISTA



MASSOFISIOTERAPIA
(Linfodrenaggio - Terapie Manuali)


ORTOPEDIA
Scoliosi e Patologia vertebrale

( Primario Istituto Don Gnocchi di Firenze; Università di Firenze)


TECNICHE ORTOPEDICHE

VEDI laboratorio ortopedico


GINECOLOGIA - OSTETRICIA

(Ospedale Civitanova Marche)


GASTROENTEROLOGIA

(Villa Pini Civitanova Marche)


CARDIOCHIRURGIA

(Primario Ospedali Riuniti Torrette - Ancona)

Sito internet: https://www.youtube.com/channel/UCtjX5DhAzPsee2ViuFTzqEw/featured



PODOLOGIA



PSICOLOGIA
Problemi familiari e di coppia
Psicologia giuridica
Esperta in criminologia
Avvocato


CHIRURGIA ESTETICA-PLASTICA

Sito internet: www.paolaemiliozzi.it

(Ospedale di Rimini)



PNEUMOLOGIA
Spirometria

(Già Ospedale Civitanova Marche)


PEDIATRIA
Endocrinologia - Obesità pediatrica

(Ospedale di Fermo)


OTORINOLARINGOIATRIA
Direttore Sanitario del Centro Crisalide

(Già Primario Ospedale Civitanova Marche)

Sito internet: https://www.drluigifasanella.it


CARDIOLOGIA
Visita cardiologica con ElettroCardioGramma
Ecocardio
Doppler

(Villa Pini Civitanova Marche)


CHIRURGIA VASCOLARE - FLEBOLOGIA

(Ospedali Riuniti Torrette - Ancona)


ORTOPEDIA

(Primario Villa Pini Civitanova Marche)


ORTOPEDIA PEDIATRICA

(Ospedale Salesi Ancona)


PSICOLOGIA

Psicoterapia


NEUROLOGIA - NEUROPSICHIATRIA INFANTILE

(Già primario Ospedale Macerata)


OTORINOLARINGOIATRA
(Ospedale Civitanova Marche)


PODOLOGIA
Trattamento calli, duroni, unghie incarnite, micosi.
Trattamento piede diabetico

(Centro Diabetologico Ospedale Macerata)


ONCOLOGIA
(Già Primario Ospedale di Macerata)


UROLOGIA
(Già Primario Ospedale di Macerata)


ORTOPEDIA

Chirurgia della mano


ENDOCRINOCHIRURGIA - CHIRURGIA PLASTICA - MESOTERAPIA

(Ospedale Gaetano Pini Milano; Clinica privata Villa Letizia Milano; Ospedale Palermo)


Curriculum Vitae breve:

-ricercatore confermato e docente Università degli studi di Palermo (dipartimento di discipline chirurgiche ed oncologiche).
-collaboratore per la chirurgia del collo e della tiroide, con preservazione delle paratiroidi presso la cattedra di Otorinolaringoiatra Università degli studi di Palermo.
-ricerca sulle malattie della tiroide e delle paratiroidi, con collaborazioni scientifiche internazionali.
-medico interno con funzioni assistenziali ed attività di sala operatoria presso la cattedra di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Università degli studi di Palermo.
-medico interno con funzioni assistenziali, presso la cattedra di Endocrinologia Università degli studi di Palermo.
-medico interno con funzioni assistenziali, presso la cattedra di Medicina Interna Clinica Medica Università degli studi di Palermo.


DIABETOLOGIA

Sito internet: www.gabrielemaolo.it


TECNICHE ORTOPEDICHE

VEDI laboratorio ortopedico


OSTEOPATIA

Presente nella ns struttura: dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 20:00

Il termine Osteopatia, deriva dal greco “Osteon” che significa osso e da “Pathos” che vuol dire sofferenza. Si tratta di una terapia manuale dolce e naturale, complementare alla medicina tradizionale, che tratta le varie patologie senza l’utilizzo di farmaci.
In Italia tale metodica è considerata alternativa, in contrapposizione con gli Usa dove tale medicina è riconosciuta da più di 100 anni.
Ciò che differenza l’Osteopatia con la medicina classica sta nel modo di trattare le malattie, nel considerare il corpo con la sua integrità globale e non come sistemi separati (apparato muscolo scheletrico, organi, sistema nervoso).
Ogni parte che costituisce la persona, psiche inclusa, è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura dunque l’equilibrio psico-fisico e il benessere.
L’osteopatia infatti, non si concentra tanto sulla cura del sintomo in sé, ma lo considera un campanello d’allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo, considerando il corpo umano nella sua globalità.
Il dott.Andrew Taylor Still, nato nel 1828 in Virginia (USA), fu l’ideatore del concetto osteopatico e della legge di causalità, questa permette di spiegare tanto la malattia che la salute, infatti la malattia è la conseguenza di cambiamenti anatomici, funzionali, magnetici e biochimici che avvengono nell’organismi umano.

In Osteopatia ci sono alcuni concetti fondamentali che possono aiutare a comprendere il funzionamento del corpo e di questa nuova medicina:

1. il corpo ha la capacità di autoguarirsi, non è che l’osteopata guarisce il paziente, il suo ruolo è quello di riequilibrare la struttura o l’insieme dei sistemi per stimolare il corpo ed autoripararsi. L’osteopatia mira a ristabilire l’armonia della struttura scheletrica di sostegno al fine di permettere all’organismo di poter trovare un proprio equilibrio ed un proprio benessere.

2. la struttura determina la funzione, ciò significa che la forma del sistema scheletrico influisce direttamente sulla funzionalità di quella parte anatomica o degli organi in essa contenuti. Un corretto equilibrio tra struttura e funzione regala al nostro corpo una sensazione di benessere, quando questo equilibrio viene alterato da un trauma, si parla di disfunzione osteopatica, ossia di una riduzione di mobilità e movimento in una parte del nostro corpo (articolazioni, muscoli, organi ecc).

3. il sintomo non è che un effetto “un campanello d’allarme” al quale si deve ricercare la causa che spesso può essere lontana dal luogo di manifestazione del dolore.

4. l’integrità di tutte le componenti articolari migliora il funzionamento del sistema vegetativo autonomo.

5. la regola dell’arteria di Still: per una buona salute sono necessari una buona circolazione venosa e arteriosa.

1°visita:
- il colloquio con l’osteopata che è il momento più importante perché grazie all’anamnesi, l’osteopata raccoglie tutte le informazioni utili per ricostruire un quadro generale sullo stato di salute del paziente e soprattutto “rievoca alla memoria” del paziente traumi vecchi, malattie infantili o interventi chirurgici che possono aver modificato la postura del paziente senza che se ne sia mai accorto.
- l’esame fisico obiettivo volto ad individuare eventuali anomalie fisiche, scoliosi, cifosi o lordosi accentuate, alterazioni del bacino, anomalie o dismetrie degli arti inferiori, cicatrici. Infine si utilizzano test ortopedici, speciali, manuali attivi e passivi volti ad individuare eventuali rigidità o restrizioni di mobilità di tutte le articolazioni.
- la lettura di esami strumentali quali RX, TAC o RMN
- il trattamento o massaggio che viene eseguito con il paziente disteso sul lettino

Tecniche utilizzate:
Ogni osteopata utilizza tecniche diverse. Anche l’approccio può essere molteplice, ma tutti i vari trattamenti hanno come fine il benessere del paziente e il ripristino dell’omeostasi globale.
Si possono utilizzare svariate tecniche a seconda del paziente, dell’età, dello stato di salute in cui si trovano, delle patologie di cui soffrono e questo avviene a discrezione dell’operatore.

Esistono tecniche:
- cranio-sacrali
- fasciali
- viscerali
- articolari
- energetiche
- biodinamiche

Queste tecniche vengono eseguite dall’osteopata esclusivamente con le mani, a livello delle ossa, delle vertebre, del cranio, degli arti, delle articolazioni, dei muscoli, degli organi interni, dei legamenti, dei tessuti.

Trattamento:
Esistono due tipologie di trattamento, per il dolore acuto e quello cronico.

In caso di dolore acuto, dolore di recente insorgenza, inferiore alla durata di 3mesi, conseguente ad un trauma o ad un movimento errato, in un soggetto che prima manteneva un buono stato di salute, si effettuano 3-4 sedute, una alla settimana fino alla scomparsa del dolore e controllo finale dopo un mese per valutare l’efficacia dei trattamenti a distanza.

In caso di dolore cronico, rappresentato da una manifestazione algica persistente che tende a riproporsi, con monotona continuità, nella quotidianità, da più di 3 mesi. In fase iniziale si procede come per il trattamento del dolore acuto, si effettuano 3-4 sedute, una alla settimana fino alla scomparsa della sintomatologia, poi si fanno dei controlli successivi di mantenimento a distanza di 2-3 mesi.
In questi casi l’osteopata consiglia uno sport consentito o una ginnastica posturale personalizzata per le condizioni di salute e dell’età del paziente, che permette di ampliare e mantenere l’efficacia del trattamento osteopatico.

N.B Se una persona è in salute avrebbe comunque bisogno di un trattamento all’anno, che serve per eliminare le tensioni muscolari accumulate dalle posture scorrette, sforzi eccessivi e attività lavorative, al fine di mantenere più a lungo il proprio stato di benessere. E’ lo stesso caso di un’auto, anch’essa necessita di un tagliando all’anno.

Applicazioni:
grazie ai principi su cui si basa , l’osteopatia interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza.

Si rivela efficace per:
- cervicalgie, lombalgie, sciatica
- ernia del disco, discopatie
- artrosi
- cefalee, emicranie, vertigini di origine cervicale
- dolori articolari e muscolari
- distorsioni
- tendiniti
- colpi di frusta
- gomito del tennista
- dolori o click della mandibola
- disturbi post-operatori
- cicatrici
- alterazioni dell’equilibrio
- alterazioni della sensibilità (formicolio, parestesie)
- nevralgie
- depressione nervosa


L’Osteopatia inoltre, può supportare la terapia medico tradizionale e alleviare la sintomatologia dolorosa in affezioni congestizie come:
- otiti
- sinusiti
- disturbi digestivi (bruciore, gonfiore, digestione lenta)
- colon irritabile
- colite
- costipazione
- cistite
- incontinenza urinaria
- mestruazioni dolorose
- dolori addominale in generale


Risultati:
I risultati, dunque, possono essere davvero soddisfacenti, soprattutto se la cura viene intrapresa prima che un dolore diventi acuto o cronico. Nei casi in cui il dolore deriva da un trauma o da un movimento sbagliato che può causare un colpo della strega o un torcicollo, i risultati sono ottimi, immediati e duraturi arrivando alla completa guarigione.
Nei casi in cui il dolore dipende da squilibri posturali frutto di malformazioni strutturali, anomalie congenite o da traumi gravi che hanno leso l’integrità articolare lasciando danni permanenti, il sollievo che riceve il soggetto è sempre immediato ma non può essere duraturo, quindi va mantenuto nel tempo.



DERMATOLOGIA

Sito internet: http://www.andreamazzonidermatologo.it

Mappatura dei nei mediante videodermatoscopia digitale computerizzata, per la prevenzione del Melanoma

(Villa Pini CIvitanova Marche)


ORTOPEDIA
Chirurgia del piede e della mano

(Clinica convenzionata Sole et Salus, Rimini)

Sito internet: www.goffredomontagna.it


AMPLIFON

Presente negli studi di Montecosaro il venerdì dalle ore 16.00 alle 18.00



PSICOLOGIA
Psicoterapia per malattie gravi.


CARDIOLOGIA
(Già primario Cardiologia Ospedale di Macerata)


TERAPIA DEL DOLORE
(Già primario Terapia del dolore Ospedale di Macerata)


UROLOGIA
Chirurgia Robotica e Laser Mini invasiva

(Policlinico Abano Terme: sede di Ancona Villa Igea)


ORTOPEDIA

(Già primario Ospedale di Jesi - Ora Villa Igea Ancona)


FISIOTERAPIA - MASSOFISIOTERAPIA

-Shiatsu
-Riflessologia plantare
-Rieducazione posturale
-Linfodrenaggio manuale
-Rieducazione funzionale
-Taping Kinesiologico

Sito internet: https://www.pinifederico.it



OCULISTICA

(Villa Pini Civitanova Marche; Villa Igea Ancona)


ALIMENTAZIONE PER SPORT E FITNESS
(farmacologo e nutrizionista, docente dell’Università di Camerino)

Programma di valutazione funzionale per atleti e sportivi:
al fine di elaborare un programma alimentare e di integrazione e supplementazione adeguato a supportare l’attività sportiva di ciascuno, nel corso della stagione agonistica. Il raggiungimento di tale scopo avviene grazie ad un’approfondita analisi della composizione corporea e dei parametri antropometrici.
Cio’ permetterà di determinare il metabolismo basale ed eventuali carenze o eccessi delle masse corporee e dello stato di idratazione su cui si dovrà intervenire con l’alimentazione e l’allenamento. Una volta a conoscenza delle componenti corporee, è necessario quindi definire il consumo energetico dell’atleta, al fine di individuare l’apporto calorico da fornire, appropriato alle sue esigenze.
Questa valutazione costituisce una base di partenza anche in soggetti sani pseudo-sedentari che desiderano migliorare il proprio stato di benessere psicofisico e si esegue mediante:
- analisi bioimpedenziometrica, che permetterà di valutare precisamente le percentuali delle masse magra, grassa, muscolare, cellulare e dell’acqua corporea (intra ed extra cellulare);
- plicometria, permette di stimare la massa grassa (insieme al precedente esame)
- misurazione delle circonferenze
- determinazione della massa muscolare in ogni comparto corporeo.

Gli altri test che il Prof.Pompei effettua sono:
- calcolo del consumo energetico giornaliero di agni atleta durante l’allenamento e le competizioni
(mediante ARM BAND)

- determinazione dei radicali liberi e della capacità soggettiva di rispondere allo stress ossidativo
(mediante Spettofotometro FRAS)

- determinzione del cortisolo salivare
- determinazione del lattato e della soglia anaerobica


UROLOGIA - ANDROLOGIA

(Ospedale di Civitanova Marche)


NEUROCHIRURGIA

(Primario Ospedale Viterbo)


AMPLIFON

Presente nell'Ortopedia a Recanati il lunedì dalle ore 16.00 alle 19.00


CHIRURGIA GENERALE - UROLOGIA

(Già Primario Ospedale Recanati, ora Villa Pini Civitanova Marche)


ENDOCRINOLOGIA
Visita comprensiva di Ecografia Tiroidea

(Università di Pisa)



REUMATOLOGIA

(Ospedale Murri Jesi)


FISIOTERAPIA
specializzato in trattamenti manuali e manipolazione fasciale
Presente nella ns struttura: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 20:00

Come si imposta un trattamento?
RACCOLTA DATI E’ la storia clinica del paziente che guida il ragionamento clinico e l’approccio manipolativo. L’ anamnesi recente, soprattutto in presenza di disfunzioni croniche trova in quella remota le sue origini. Diventa così indispensabile venire a conoscenza di fratture, traumi, interventi chirurgici e dolori pregressi. Sui dati raccolti viene elaborata una prima ipotesi fisiopatologica che restringe il campo delle aree da sottoporre a valutazione clinica.

VALUTAZIONE MOTORIA E PALPATORIA Sono indispensabili a convalidare l’ipotesi di trattamento elaborata durante la fase precedente. Testano la presenza di limitazioni nell’escursione articolare e insorgenza dei sintomi durante il movimento dei distretti esaminati rispetto ai tre piani spaziali. La palpazione dei centri di coordinazione ritenuti responsabili della disfunzione confermerà o meno la presenza di Densificazioni Fasciali.

IL TRATTAMENTO Mira al ripristino del fisiologico equilibrio tensionale proprio del sistema fasciale. La manovra manipolativa, sviluppando attrito e calore profondo, ripristina il corretto e vicendevole scorrimento fra i diversi piani fasciali, normalizzando così la funzionalità muscolare ed articolare e garantendo la scomparsa del sintomo doloroso. Scelta la corretta combinazione di Centri di Coordinazione da trattare, si utilizzano gomito, nocca o polpastrello per insinuarsi tra le diverse strutture fasciali fluidificando la sostanza fondamentale dei tessuti connettivi.

Terapia manuale

Fisiochinesiterapia FKT

Massofisiochinesiterapia

Tecarterapia

Laserterapia Yag

Elettrostimolazione

Ultrasuonoterapia

Onda d'urto

Tens

Taping Kinesiologico

Linfodrenaggio


FISIATRIA

(Ospedale Riuniti Torrette Ancona)


CV: LEGGI IL CURRUCULUM


ECOGRAFIA



PSICOLOGIA - psicoterapia

Disturbi alimentari

CV: LEGGI IL CURRUCULUM


PNEUMOLOGIA

(Già primario Ospedale di Macerata)


CARDIOLOGIA

(Ospedali Riuniti Torrette - Ancona)